10 Termini del mondo web che ogni imprenditore dovrebbe conoscere

Nel mondo digitale di oggi, gli imprenditori si trovano a navigare in un mare di terminologie tecniche che possono sembrare complesse e spesso confuse. Conoscere questi termini non è solo una questione di linguaggio, ma è fondamentale per comprendere meglio come funziona il web e come utilizzarlo a vantaggio del proprio business. Inoltre, ti aiuterà a orientarti meglio tra i vari preventivi per i tuoi servizi di digital marketing e web design, fornendoti qualche arma in più per distinguere i professionisti dai cialtroni.


SEO

La SEO è la pratica di ottimizzare un sito web per migliorarne la visibilità nei risultati di ricerca organici. In parole semplici, è l’arte di far sì che il tuo sito web appaia nelle prime posizioni su Google quando qualcuno cerca parole chiave relative al tuo business.

La SEO non è una scienza esatta: ottimizzare un sito per i motori di ricerca significa fare i conti con algoritmi in continua evoluzione, siti totalmente diversi tra di loro, e innumerevoli variabili derivanti dal comportamento degli utenti, settore di mercato e obiettivi.

Ma non è nemmeno magia: una buona SEO richiede innanzitutto competenze tecniche per gestire tutta la parte di SEO on-page, un lavoro costante per produrre i contenuti e valutarne la resa, e una costante attività di reputazione e brand building che è alla base di tutta la SEO off-page – cioè esterna al tuo sito web..

Insomma, nessuno può prometterti di portarti al primo posto su Google (a meno di usare inserzioni sponsorizzate, ma qui siamo nell’ambito della SEM!), ma io posso assicurarti che con un sito troppo lento non andrai da nessuna parte. E allora, forse è il momento di investire su un sito web su misura.

SEM

SEM sta per Search Engine Marketing, “Marketing sui Motori di Ricerca”. Sai quando cerchi qualcosa su Google e i primi risultati hanno quella piccola etichetta che dice “Sponsorizzato”? Ecco, quelli sono lì grazie al SEM. Le aziende pagano per posizionarsi in cima ai risultati di ricerca per attirare più click e quindi più clienti sul loro sito. È un po’ come fare l’asta per un posto VIP su Google: offri di più e ottieni maggiore visibilità. Ma non è solo una questione economica: gli annunci devono avere un testo efficace, e l’offerta deve essere confezionata nel migliore dei modi, con una landing page fatta su misura.

Il bello del SEM è che ti permette di essere super mirato, perché intercetta direttamente le frasi cercate sui motori di ricerca, mostrando il tuo annuncio solo a persone che cercano qualcosa di molto specifico e che sono potenzialmente interessate a quello che offri. In poche parole, SEM è il tuo biglietto per salire sul palco dei risultati di ricerca di Google (e di altri motori di ricerca), pagando per avere i riflettori puntati su di te.

Landing Page

Spesso le campagne di marketing volano altissimo, ma hanno comunque bisogno di una pista di atterraggio. E la landing page fa proprio questo: fornisce una destinazione su cui portare gli utenti che cliccano sugli annunci nei motori di ricerca, sui social, nelle mail.

In fondo alla pista di atterraggio spesso troviamo una form da compilare, un prodotto da acquistare, un’offerta da sottoscrivere… Insomma, qualcosa che trasformi un semplice contatto in qualcosa di più.

La landing page è quindi una pagina web a cui l’utente arriva tramite una campagna di marketing (email, annuncio a pagamento, ecc.). Include generalmente poche informazioni molto chiare e ha lo scopo di portare l’utente alla conversione tramite, ad esempio, la compilazione di un form.

WordPress

WordPress è il CMS più diffuso al mondo. È un Content Management System, cioè una piattaforma web che permette ai gestori di un sito di creare e gestire i contenuti in modo intuitivo, senza conoscere HTML, CSS, PHP, Javascript e tutti quelle cose divertenti con cui ci balocchiamo noi web designer. WordPress permette di creare articoli, pagine e layout con un’interfaccia grafica e un editor di testo a interfaccia grafica. È un sistema estremamente versatile, e può essere usato sia per creare siti senza scrivere una riga di codice (ma con risultati spesso poco professionali) sia come piattaforma su cui sviluppare siti web su misura tramite linguaggi PHP, Javascript, HTML e CSS.

Responsive Design

Stai leggendo questa pagina da uno smartphone? Bene. Posalo. Prendi un PC – non importa se non ce l’hai sotto mano, ruba quello di un collega, digli che nell’altra stanza c’è George Clooney che gli vuole offrire un caffé, inventati qualcosa, e apri un browser.

Fatto? Bene.
Il tuo collega sta ancora cercando Clooney? Ottimo.

Ora, vedi che questa stessa pagina dallo schermo di un PC appare leggermente diversa? Il menu di navigazione non è più un semplice pulsantino con tre linee orizzontali, ma si espande in verticale. I font sono leggermente più grandi, e lì in alto a destra è anche apparso un interruttore per cambiare i colori del sito.

Insomma, tutti i contenuti appaiono disposti in maniera leggermente diversa: su smartphone, tutto si sviluppa in orizzontale, sullo schermo di un PC invece c’è più spazio, le finestre sono tipicamente orizzontali, e … ehi, sta tornando il tuo collega, chiudi e fingi indifferenza!

In termini semplici: un design responsive fa sì che un sito web si adatti o reagisca automaticamente alle dimensioni dello schermo sul quale viene visualizzato, che sia un computer desktop, un tablet o uno smartphone, ed è uno dei requisiti fondamentali per un sito web moderno.

In un’era dominata dal mobile, avere un design responsive è cruciale per garantire agli utenti una navigazione fluida ed efficace e per essere ben posizionati nei motori di ricerca.

Cookies

Ha aperto un cocktail bar nuovo in città, e decidi di provarlo. Entri, ordini un Gin Tonic, e il barman ti chiede se hai preferenze sulla marca di Gin e sulla tonica. Tu, che sai il fatto tuo, chiedi un Gin Mare e una Fever Tree Mediterranean Tonic Water.

Il barman completa l’opera guarnendo il cocktail con una fettina di cetriolo e del pepe nero macinato sul momento. Poi ti consegna un bigliettino – tu pensi che sia uno scontrino, ma è un messaggio strano, con un lungo codice alfanumerico. Lo guardi con aria interrogativa, e lui, sornione, ti dice “conservalo, fidati di me, ti servirà!”

Il barman è un tipo strano, ma quel Gin Tonic era una delizia.

Dopo due settimane torni, ordini sempre un Gin Tonic. Il barista vede quello strano bigliettino che ti ha consegnato la volta precedente, e immediatamente ti propone lo stesso gin e la stessa marca di tonica.

Stupito, gli dici “ehi, che memoria, bravo!” e lui, solito sguardo sornione, ti risponde “è merito di quel bigliettino!”.

Ecco, i cookies funzionano allo stesso modo. Tecnicamente sono dei piccoli files di testo che un sito web può salvare sul nostro computer a ogni visita. Quando visiti un sito web per la prima volta, il sito ti rilascia un cookie (un “bigliettino” che il tuo browser (tu, cliente) conserva. Ogni volta che ritorni su quel sito, il tuo browser presenta il cookie, permettendo al sito di “ricordarsi” di te e di personalizzare la tua esperienza.

Dominio

Se il web fosse un’enorme città, i siti web sarebbero le sue case e i palazzi. E per trovare una casa in città serve un indirizzo. Ecco, il dominio è l’indirizzo che ci permette di trovare e distinguere i siti sul web. Ad esempio, il dominio del mio sito web è faboola.it.

Se non hai ancora un sito web, la prima cosa da fare è acquistare un dominio. Quello sarà il tuo indirizzo sul web. Ma non basta: per ospitare i files e il codice del tuo sito web ti occorrerà anche un servizio di Hosting.

Hosting

Il web hosting è un servizio che ospita un sito web, rendendolo accessibile su Internet. Quando acquisti un dominio stati soltanto “prenotando” un indirizzo, e ti occorre ancora uno spazio per contenere i files e il codice del tuo sito.

Quando acquisti un servizio di web hosting, stai affittando spazio su un server dove i file che compongono il tuo sito web possono vivere e essere accessibili tramite internet. Questi server sono mantenuti e gestiti dai provider di web hosting, che si assicurano che i dati siano sicuri, protetti e accessibili online 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Il web hosting può variare molto in termini di capacità, prestazioni, servizio clienti e prezzo. Esistono diversi tipi di hosting, come l’hosting condiviso, dove il tuo sito web “condivide” un server con altri siti web; l’hosting dedicato, dove hai un intero server tutto per te; l’hosting VPS (Virtual Private Server), che offre una via di mezzo tra l’hosting condiviso e quello dedicato, fornendo una porzione di server dedicata al tuo sito; e l’hosting cloud, che utilizza risorse distribuite su più server per gestire il tuo sito.

Scegliere il giusto fornitore di web hosting e il piano giusto è cruciale per il successo del tuo sito web, poiché influisce sulla velocità di caricamento delle pagine, sulla sicurezza, sull’ uptime (ovvero, quanto spesso il tuo sito è accessibile e operativo) e sulla scalabilità del tuo sito web man mano che cresce.

È un collegamento in ingresso ad una pagina web: in pratica, i backlinks sono i link che puntano al tuo sito. E se la nostra pagina web ha tanti backlinks significa che probabilmente è piuttosto popolare.

È una specie di “raccomandazione”, proiettata sul mondo digitale: se una persona importante parla bene di noi la nostra popolarità aumenta, e la nostra popolarità aumenterà in maniera direttamente proporzionale al numero di persone che parlano di noi. Allo stesso modo, se un sito importante e autorevole crea dei links al nostro sito il nostro ranking -cioè la nostra popolarità online- crescerà.

I backlinks sono fondamentali per aumentare il ranking della nostra pagina web, e lo sono ancora di più se provengono da siti autorevoli. Per questo i backlinks sono una parte fondamentale in una strategia SEO.

Content Marketing

Creare e condividere storie, informazioni, video, podcast, e praticamente qualsiasi cosa che possa intrattenere, istruire o ispirare le persone, senza spingerle direttamente all’acquisto. Il fine ultimo? Creare una connessione. Vuoi che le persone si fidino della tua marca o della tua azienda, si sentano parte di una comunità e, alla fine, scelgano te quando sono pronte per comprare. Immagina di essere uno chef: non stai solo vendendo un piatto, stai condividendo la passione per la cucina, i segreti dietro ai tuoi ingredienti, storie sulle tradizioni culinarie. Fai tutto questo perché quando sarà il momento di scegliere dove cenare, la gente penserà a te per la connessione che hai creato, non solo per il menu.

E non solo: una buona strategia di content marketing può essere un grande aiuto per la SEO, perché la creazione di contenuti in linea con la tua attività può dare una grande spinta al traffico sul tuo sito.

Tuttavia, è una strategia che richiede molto impegno e costanza, e non è sempre la soluzione migliore. Se cerchi risultati nel breve periodo, potresti provare con una campagna SEM.


Davide Ghione
Davide Ghione
Web designer freelance
Natale 1985, il mio primo computer: scopro che i tasti fanno un bel rumore, e che se premo quelli giusti succedono cose incredibili. Da allora non ho mai smesso di esplorare e sperimentare. Oggi mi occupo di web design e comunicazione online.
Condividi articolo

Ti è piaciuto quello che hai letto? Condividilo!

Restiamo in contatto?
Iscriviti alla newsletter

Ogni tanto scrivo cose interessanti. È un evento piuttosto raro, per cui ti consiglierei di iscriverti alla newsletter per non perderti nulla.

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo click sul link nel piè di pagina delle nostre email. Utilizziamo MailerLite come piattaforma per l'invio delle Newsletter. Per maggiori informazioni in materia di privacy puoi leggere la privacy policy di MailerLite.

Ti abbiamo inviato una mail di conferma.

Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo click sul link nel piè di pagina delle nostre email. Utilizziamo MailerLite come piattaforma per l'invio delle Newsletter. Per maggiori informazioni in materia di privacy puoi leggere la privacy policy di MailerLite.